Bresciaoggi, Sagra del Porsèl, 8 aprile 2015

A seguire la lettera al direttore sulla 9^ Sagra del Porsèl.

Bresciaoggi, Lettere al direttore, 08 aprile 2015

Cascina Cattafame, un grazie a chi ci sta vicino
La nona edizione della Sagra del Porsèl di sabato e domenica 28-29 marzo, si è conclusa. Ora non ci resta che dire una cosa. Dire grazie. Questo ci tocca fare. Anche se non è mai abbastanza, perché dovremmo dispensarne a tutti. In quei tutti ci vogliamo mettere in prima fila i Volontari, con la V maiuscola, perché senza di loro saremmo come aquila senz’ali. Poi ci mettiamo tutti i partecipanti, le famiglie con i loro bambini, che, come ogni anno, rispondono positivamente alle nostre iniziative. Vedere così tanta gente felice di condividere uno spazio adatto a grandi e piccini, tra un piatto tipico e un pugno di fieno e due carezze ad asini e capre, ci fa ben sperare. Gente che viene da ogni dove, non solo da Ospitaletto e da paesi limitrofi, ma anche da più lontano, ci fa capire che, a volte, gli sforzi vengono gratificati. Col sudore, col lavoro, con la condivisione. Ma soprattutto con un “grazie per quello che fate” o “non mollate, continuate così”.
Noi, difatti, continueremo così. Tenendo sempre aperte le porte della Cascina Cattafame. Accogliendo quei giovani in difficoltà che necessitano di obbiettivi concreti, di sogni palpabili e di adulti che possano essere per loro riferimento e compagni di strada.  Ma anche spalancando il portone alla società, dimostrando il nostro operato, i nostri difetti e la nostra voglia di metterci sempre in gioco e in discussione.
Senza temere mai quei bastoni che ci mettono a volte fra le ruote, tantomeno le malelingue e la cattiveria. Perché la nostra è anche una scelta di vita. Senza interessi personali, né speculazioni, ma con un’attenzione particolare ai bisogni delle persone ed dell’ambiente. Fraternità Impronta con la Cascina Cattafame, vuole essere così. Ancora Buona Pasqua a tutti. Ma proprio tutti.
I ragazzi e gli operatori della Cascina Cattafame.
Nicola Naboni, Cascina Cattafame, Ospitaletto